Blog

Giu22

Matrimonio vintage in spiaggia: tutte le idee e i consigli per organizzarlo

L’estate è la stagione dei matrimoni per antonomasia, e tra le tante tendenze wedding della bella stagione una importata da oltreoceano sta spopolando: quella del matrimonio in spiaggia.

Piedi nella sabbia, brezza marina e tramonti mozzafiato, il matrimonio vista mare, suggestivo e dal sapore esotico, è ormai il sogno di tante coppie.

Il tema marino in questo caso fa da padrone, e perché non accompagnarlo anche da un tocco vintage?! Scopriamo allora passo passo tutte le dritte ed i consigli indispensabili per organizzare un perfetto matrimonio in spiaggia vintage.

Primo passo è scegliere una decade cui ispirarsi: i ruggenti anni ’20 o gli irriverenti anni ’70, o perché no un sapiente mix retrò? Fatevi guidare dal vostro gusto e suggestione, e partite da questo aspetto per organizzare tutto il resto.

L’abito

La comodità in spiaggia  fondamentale: se non volete rinunciare all’abito lungo, evitate tagli troppo ampi e rigidi e preferite invece modelli morbidi e sbarazzini, ideali in questo caso i capi scivolati anni ’20 e ’30, come l’abito flapper in seta beige scelto dalla nostra Erika.

Per i beach wedding è consigliabile scegliere vestiti dai tessuti impalpabili, delicati e dall’allure fresca e spumeggiante.

Bandite le stoffe rigide e corpose come il mikado e tafetà, orientatevi su materiali leggeri come chiffon e seta per essere elegantissime, ma anche tulle, garze e lino, per una mise romantica.

Se le nozze si svolgeranno al tramonto potrete optare anche per abiti estivi ricchi di applicazioni luminose come glitter, perline e pizzo, dettagli must have presenti nello splendido vestito del 1960 indossato dalla nostra Alessia.

Consigliato anche l’abito corto, che lascia libertà di movimento e regala un look semplice e immediatamente chic. In questo caso i mini dress del 1970 si rivelano una soluzione perfetta. E’ il caso dell’abito scelto da Pamela per le sue nozze celebrate nel mare di Vasto.

Quanto alla scelta cromatica il bianco è consigliabile ma se amate il colore potete optare per abiti azzurri, rosa, oppure beige o champagne.

Le Spose Vintachic: Alessia in un abito 1960 ed Erika, in un flapper del 1920

Velo, cappello o veletta?

Accessorio irrinunciabile in spiaggia è il cappello, perché allora non indossarlo anche nel proprio grande giorno? Di paglia, pizzo, floppy hat, a tesa larga, da Vintachic ce ne sono per tutti i gusti e le decadi. Ricordatevi che il galateo impone il cappello sino alle 18,00. Se il vostro è un matrimonio serale potete optare piuttosto per una vezzosa veletta anni ’50, o perché no anche per un bel velo, non  più prerogativa unica delle spose in chiesa, è stato infatti da tempo sdoganato il suo uso anche nelle cerimonie civili.

Tre cappelli sposa Vintachic del 1970

Il costume da bagno

Senza costume non è mare! Infatti il costume da bagno è diventato ormai un must per il bagno al mare o in piscina che segue il taglio della torta.

In questo caso il colore bianco è d’obbligo per rendere la sposa riconoscibile, e quanto al tocco vintage? Facile, da Vintachic ti aspetta un’ampia selezione di costumi da bagno, come questo modello intero del 1950 da vera pin up. E per rendere la sposa la vera regina del beach party non può mancare anche un vezzoso copricapo, noi abbiamo scelto un’acconciatura di rose del 1960.

Tre costumi vintage adatti per il matrimonio. Al centro costume Vintachic del 1950.

Gli occhiali da sole

Gli occhiali da sole non possono mai mancare al mare, anche quando si tratta di un matrimonio! Sceglieteli in base alla decade cui è ispirato l’evento: cat eye anni ’50, tondi da vero hippy, dalla montatura irregolare seventies; da Vintachic potrai trovare un’ampia selezione. Possono essere indossati da lei, ma anche da lui, persino per recarsi all’altare, come ha fatto il nostro sposo Davide che ha detto sì ad Anzio in un completo anni ’60 con occhiale coordinato, come anche la sua dolce metà.

Occhiali Vintachic e il nostro sposo Davide

Bouquet e allestimenti

Fondamentale è scegliere un colore per il matrimonio, ideale il bianco, come anche l’azzurro, il blu, o il corallo, che diventeranno il fil rouge dell’evento.

Fiori bianchi a profusione, insieme a tocchi colorati: ortensie, fiordalisi, orchidee vanda, per la scala del blu.

Se amate il color  corallo e le sue nuances, calle, gigli, ma anche amarilli e Hibiscus per un tocco tropicale. In questo caso per gli allestimenti diventa d’obbligo utilizzare la Jatropha, un particolare fiore che ha l’aspetto di un vero corallo.

Per il bouquet oltre ad i fiori, potete intrigare anche elementi a tema marino, come conchiglie, spugne e stelle marine. Per un tocco retrò aggiungete vecchi coralli, ma anche spille e monili vintage, doneranno un tocco scintillante e glam al mazzo.

Anche per lo sposo, il fiore all’occhiello può essere sostituito eventualmente con una conchiglia o una stella marina.

Tre bouquet ispirazione marina. A sinistra quello della nostra sposa Erika.

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi