Le Vintagerie

Mag13

Quando il nero va a nozze. Scegliere un black dress per un matrimonio? Ora si puo!

Maggio è finalmente arrivato e anche le partecipazioni di nozze. Da Vintachic sono già approdate orde di invitate a matrimoni estivi alla ricerca dell’outfit perfetto, ognuna con dubbi, interrogativi e remore. La più frequente? Il nero al matrimonio, giammai!

Il galateo infatti bandisce alcuni colori, tra cui il bianco, in primis, il rosso, il nero ed il viola, ma tutto con le dovute attenuanti. Infatti ciascuno di questi colori può essere in realtà indossato, adottando però degli accorgimenti:il bianco non deve essere assoluto ma potrebbe comparire insieme ad altri colori seppur in minima parte; il viola non è benaugurante soprattutto se gli sposi sono scaramantici ma oggi esistono una miriade di nuance che costellano questa tinta; il rosso è un colore che se accostato al bianco della sposa, oscurerebbe la sua figura, ma anche in questo caso si può rimediare con un tono polveroso. Secondo il bon ton gli abiti lunghi da cerimonia sono ammessi per i matrimoni serali; con gli abiti longuette non si sbaglia mai soprattutto dopo una certa età; sono quindi aboliti i look sexy e provocanti.

Quanto al nero? 

Nonostante il nero sia stato per molto tempo un tabù ai matrimoni oggi è stato finalmente sdoganato dal galateo. Tanto che l’esperta di etichetta Diane Gottsman ha affermato:  “Non c’è niente di male nel vestire di nero ad un matrimonio, con spettacolari scarpe e bei gioielli si può essere molto eleganti e appropriate”.

I Beckam al Royal Wedding di Harry e Meghan: Victoria indossa uno splendido black dress sdrammatizzato dal decolleté rosso

Del resto il black dress è da sempre un alleato delle donne, specie delle amiche curvy, capace di alleggerire la figura e donare sicurezza. Ma il rischio è di risultare eccessivamente cupe è sempre dietro l’angolo. Occorre quindi adottare gli escamotage giusti. Indossare vestiti dai tessuti impalpabili e leggeri, magari impreziositi da rouches, volants oppure dai fiorellini che sbocciano qua e là sui mini e long dress! Fondamentale gli accessori per smorzare il nero, giocate con scarpe, borse e stole dalle tinte pastello come rosa, lavanda o verde menta. Ma anche dei toni sparkling dell’oro o dell’argento. Oppure con accessori rosso vivo. Completa il look truccando gli occhi in un tono leggero e luminoso, mentre per le labbra usa un rossetto acceso, rosso, arancio o ciliegia e sarai di certo perfetta!

E, se l’abito è vintage, sarà ancora più appropriato, visto che in passato l’abito nero era molto usato quale simbolo di eleganza e sobrietà.

Da Vintachic: Abito Rouches 1980, Abito Kimono Fiori 1970, Abito Slim Ricami Perle 1960

Il nero ormai è diventato talmente tanto legittimo ai matrimoni, da essere usato anche da star e teste coronate abitué del nero: la modella Cara Delevigne, che al matrimonio di Eugenie di York  ha stupito tutti con uno smoking, la ragazza per il grande giorno della sorella Chloe ha optato per un tubino nero abbinato ad un cappotto cammello. Anche in un altro royal wedding, quello di Kate e William, qualcun altro ha sfoggiato il nero, è Victoria Beckham in un morbido total black con pillbox corredato. Persino la stessa Duchessa di Cambridge alle nozze di amici ha indossato abito e cappotto neri smorzando i toni con un decolleté bordeaux.

Royal black per Cara Delevigne, Kate Middleton e Victoria Beckham

Come lei anche Penelope Cruz, nel grande giorno di Salma Hayek e François-Henri Pinault ha scelto un fasciante abito lungo black e Diane Kruger, avvistata in un vestito lungo tempestato di paillettes nere alle nozze di Jason Wu. L’abito nero si è iniziato ad utilizzare anche per le damigelle, ne è un esempio l’attrice Kate Boswhorth che nel ruolo di damigella d’onore alle nozze della sua migliore amica, ha indossato con altre ragazze un abito nero.

Penelope Cruz, Diane Kruger e Kate Bosworth di nero

Se vi siete finalmente convinte di indossare il nero tenete però a mente altre semplici regole per essere le invitate perfette.

-Dove e quando

Occhio alla partecipazione per sapere se esiste un dress code indicato dagli sposi, se il matrimonio sarà civile o religioso, di notte o di giorno, nel centro della città, in un giardino o nella spiaggia, così che tu possa scegliere un outfit adatto. 

Per il giorno abito corto, midi o tailleur sui toni pastello o fantasia floreale. Per la sera spazio al lungo, con un pizzico di luccichio, o perché no un’intrigante jumpsuit, in questo caso la palette cromatica si fa più intensa (dal verde foresta al blu navy, senza tralasciare i meno gettonati burgundy e ottanio). Se invece il matrimonio si tiene in chiesa è fondamentale che voi non vi presentiate con le spalle scoperte e che il vostro abito arrivi sotto il ginocchio. Fondamentale anche la location, per una villa si consiglia una mise ricercata ed elegante, per un wedding stile country un look più sobrio e sbarazzino.

-Less is more

Non eccedete nell’outfit, come anche negli accessori, make up e parrucco, il mantra del giorno è non oscurare la sposa! Pendenti, cinture, scarpe gioiello sono tutti accessori molto di moda, ma indossandoli tutti insieme si rischia di peccare in eccesso. Per questo bisogna dosare bene gli accessori e sapere che se l’abito che si è scelto è stampato, dovrebbe essere abbinato ad accessori monocromatici; se al contrario, si sceglie uno stile semplice in tonalità pastello, è possibile giocare col resto degli accessori per ravvivare il look.

-Gli accessori giusti

Anche nella scelta degli accessori vanno tenuti a mente alcuni accorgimenti, iniziando dal dal cappello ricordate che si porta solo se ad indossarlo è anche la madre della sposa, e per cerimonie al mattino o ricevimenti all’aperto. Inoltre, in luoghi chiusi, come in chiesa, le donne possono tenerlo, per poi toglierlo quando ci si siede a tavolo. Per la scelta delle scarpe le più eleganti sono senz’altro quelle chiuse, così come slingback e opentoes , mentre i sandali gioiello sono da riservare per la sera. Durante il giorno è possibile abbinare una borsa di dimensioni medio-piccole da portare a tracolla o a braccio, privilegiando il classico capretto, anche in versione eco. Bandite le borse a mano o bustina, concessi solo nel tardo pomeriggio, glitter o decori più preziosi.

Insomma, noi abbiamo tentato di scegliere tutte le perplessità intorno al nero in un matrimonio suggerendovi le dritte e gli accorgimenti giusti. Ora non vi resta che passare da #Vintachic per trovare il black dress perfetto per voi!

Tre proposte Vintachic: abito in seta e paillettes del 1980, un modello del 1970 indossato da Esterita Di Cesare invitata ad un matrimonio, abito del 1950

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi